Bandi, Appalti e Concorsi

Web Cam su perrero
"Là si apre, come un enorme squarcio nella costa del monte, il vallone di Pramollo, che sale profondo e ripido, per allargarsi poi a vasto anfiteatro alpestre, colmo di castagneti e di faggi nel basso, verde di pascoli nel gran giro delle creste. In alto, in faccia al cielo sono sparsi i suoi villaggi rustici, ed al centro il Tempio, la scuola; quest'ultima posta nell'antica chiesa cattolica trasformata così in locale d'istruzione, dopo che la popolazione si fu resa protestante."
(Attilio Jalla, 1931)

Scarica il Depliant turistico del comune di Pramollo

Benvenuto nel sito Istituzionale del Comune di Pramollo

Uncategorised

ISTITUZIONE FASCE ORARIE

SI COMUNICA CHE L'ORDINANZA N. 4 DI DIVIETO DI TRANSITO SULLA STRADA COMUNALE A VALLE DI B.TA ALLIERI  E' STATA REVOCATA E SONO STATE STABILITE DELLE FASCIE ORARIE PER IL PASSAGGIO DI MEZZI E PEDONI. SCARICA ORDINANZA

 

IL SINDACO (...)

ORDINA

(...)

la regolamentazione del passaggio a mezzi e persone sulla strada comunale che conduce alle borgate Allieri, Pellenchi, Ruata, Bocchiardi, Sapiatti, Bosi, Ribetti, Ciaurenchi, Micialetti, Bocchiardoni, Mianetti e Case Nuove Pellenchi nelle seguenti fasce orarie e con le seguenti prescrizioni a partire dalla data odierna e fino a successiva revoca:

26-27-28 aprile 2019 il passaggio è consentito con senso unico alternato nelle seguenti fasce orarie presidiate:

-  Dalle ore 7.00 alle ore 9.00;

-  Dalle ore 11.30 alle ore 16.00

-  Dalle ore 18.00 alle ore 24.00

Dalle ore 24.00 alle ore 7.00 la strada sarà chiusa e senza presidio.

E’ prevista l’illuminazione dell’area con apposite attrezzature (torre faro);

Il passaggio è consentito in qualsiasi orario ai mezzi di soccorso con preventiva informazione e facendo riferimento al SASP Stazione di Pinerolo.

A partire da lunedì 29 aprile il passaggio è consentito con senso unico alternato nelle seguenti fasce orarie:

-  Dalle ore 5.00 alle ore 8.30;

-  Dalle ore 11.30 alle ore 15.00

-  Dalle ore 16.45 alle ore 17.30

-  Dalle ore 18.30 alle 24.00

Dalle ore 24.00 alle ore 5.00 la strada sarà chiusa e senza presidio.

E’ prevista l’illuminazione dell’area con apposite attrezzature (torre faro);

Il passaggio è consentito in qualsiasi orario ai mezzi di soccorso con preventiva informazione e facendo riferimento al SASP Stazione di Pinerolo.

ORDINANZA CHIUSURA STRADA

A SEGUITO DI UNO SMOTTAMENTO SU RIVO DI MEZZO - SOTTO BORGATA ALLIERI -

VERRA' DISPOSTA LA CHIUSURA DELLA STRADA COMUNALE FINO A NUOVI AGGIORNAMENTI.

SCARICA ORDINANZA

notizie anagrafe

CIE e  ANPR

Per prendere visione delle ultime notizie in materia di CIE (carta d'identità elettronica) e ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente)

accedere alla sezione "Anagrafe" dal menù "Il Comune/Informazioni Uffici"

tecnico

AVVISO

Nella giornata del 5 novembre 2015 l'ufficio tecnico riceverà nel pomeriggio (dalle 15.00 alle 17.00) anziché in mattinata.

Diritto alla salute

MERCOLEDI' 7 OTTOBRE 2015 ORE 20,45

presso la Sala Valdese di San Germano Chisone , Via Scuole n. 5

INCONTRO promosso dalle Amministrazioni Comunali di San Germano Chisone, Pramollo, Villar Perosa, Porte ed Inverso Pinasca sui seguenti temi:

SITUAZIONE DELLA SANITA' PINEROLESE: QUALI PROPOSTE?

PERCHE' PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE DI SABATO 10 OTTOBRE A PINEROLO?

scarica la locandina

autocertificazione

scritturaNOVITA’ SUI CERTIFICATI  - AUTOCERTIFICAZIONE

In applicazione dell’art. 15, Legge 12 novembre 2011, n. 183 (Legge di stabilità 2012), dal 1 gennaio 2012 i certificati non potranno più essere prodotti agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi.


A) I cittadini nei loro rapporti  con le pubbliche amministrazioni o con i privati gestori di pubblici servizi dovranno pertanto avvalersi dell’autocertificazione.

Le amministrazioni pubbliche e i privati gestori di pubblici servizi hanno:

l’obbligo di accettare le autocertificazioni dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e il dovere di acquisire d’ufficio:

  • le informazioni oggetto dell’autocertificazione dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000
  • tutti i dati ed i documenti in possesso delle pubbliche amministrazioni, previa indicazione, da parte dell’interessato degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti;
  • le informazioni relative alla regolarità contributiva ovvero controllate ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000, nel rispetto della specifica normativa di settore.
  1. B) I certificati rilasciati su richiesta degli interessati relativi a stati, qualità personali e fatti potranno essere utilizzati esclusivamente nei rapporti tra privati;

questi certificati per essere validi devono sempre riportare la seguente dicitura:

“Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori dei pubblici esercizi”.

AUTOCERTIFICAZIONE

Il 7 marzo 2001 è entrato in vigore il D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 che ha approvato il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa.
Tale legge garantisce il diritto all' AUTOCERTIFICAZIONE .

Che cosa significa?

L'autocertificazione consente ai cittadini di dichiarare (e quindi autocertificare) sotto la propria responsabilità fatti, stati e qualità personali.

COSA VUOL DIRE AUTOCERTIFICARE?

Autocertificare significa presentare una dichiarazione firmata in carta semplice (senza autentica di firma) in sostituzione del certificato normalmente rilasciato da un ufficio pubblico.

CHI PUÒ AUTOCERTIFICARE?

  • i cittadini maggiorenni italiani e dell'Unione Europea
  • le persone giuridiche, le società di persone, gli enti e i comitati aventi sede legale in Italia o in un paese dell'Unione Europea
  • i cittadini extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, ma solo quando occorra certificare stati, qualità personali o fatti certificabili da parte di soggetti pubblici italiani

CHI HA L'OBBLIGO DI ACCETTARE L'AUTOCERTIFICAZIONE?

Tutte le amministrazioni ed enti pubblici (Ministeri, scuole, università, Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane, Aziende Sanitarie Locali, Aziende Municipalizzate, INPS, etc.) e tutti i gestori di pubblici servi (Enel, Uffici postali, Ferrovie dello Stato, Italgas, etc.) hanno l'obbligo di accettare le autocertificazioni ed inoltre devono attivarsi per preparare fac-simili per facilitare i cittadini.

Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi sono tenuti ad acquisire d'ufficio i certificati depositati presso di loro quando l'interessato lo richiede, e ne indica gli elementi indispensabili per il reperimento. Gli uffici pubblici non possono esigere certificati per qualità stati o posizioni che risultino da documenti già in loro possesso.

COSA SI PUÒ AUTOCERTIFICARE?

Si possono autocertificare:

- I DATI CONTENUTI NEL REGISTRO DELL'ANAGRAFE :

  • La data e il luogo di nascita
  • La residenza, la cittadinanza, il godimento dei diritti civili e politici
  • Lo stato di celibe, nubile, coniugato, vedovo o stato libero
  • Lo stato di famiglia, l'esistenza in vita, la nascita dei figli
  • La morte del coniuge, del genitore, del figlio, etc.
  • Tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri dello stato civile

- IL TITOLO DI STUDIO:

  • I titoli di studio acquisiti e gli esami sostenuti
  • La qualifica professionale posseduta, i titoli di specializzazione, abilitazione, formazione, di aggiornamento e qualificazione tecnica

- LA SITUAZIONE REDDITUALE:

  • La situazione reddituale o economica
  • L'assolvimento di obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto
  • Il possesso e il numero di codice fiscale, della partita IVA e dei dati contenuti nell'archivio dell'anagrafe tributaria inerente l'interessato

- LA POSIZIONE GIURIDICA:

  • La qualità di pensionato e categoria di pensione, qualità di studente, di legale rappresentante di persone fisiche e giuridiche, tutore, curatore e simili
  • Di non trovarsi in stato di liquidazione o fallimento e di non avere presentato domanda di concordato
  • Di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di prevenzione e di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi e provvedimenti iscritti nel casellario giudiziale
  • Di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali.

- ALTRI DATI:

  • L'iscrizione in albi, elenchi tenuti dalla pubblica amministrazione;
  • L'appartenenza ad ordini professionali
  • L'iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo
  • L'adempimento o non adempimento degli obblighi militari (compreso lo stato matricolare)
  • La qualità di vivenza a carico
  • Lo stato di disoccupato
  • Di non essere l'ente destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al D. L.gs. 231/2001

COME SI FA L'AUTOCERTIFICAZIONE?

È sufficiente fare una dichiarazione in carta semplice firmata dall'interessato, senza autentica della firma e senza bollo.

È possibile, inoltre, "certificare" i dati personali mostrando semplicemente un documento di riconoscimento, in corso di validità, che verrà allegato in fotocopia all'eventuale istanza da presentare alla pubblica amministrazione o alla dichiarazione sostitutiva.
Per documento di riconoscimento si intende :

- la carta d'identità

- il passaporto

- la patente di guida

- la patente nautica

- il libretto di pensione

- il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici

- il porto d'armi

- tutte le tessere di riconoscimento con la fotografia e il timbro rilasciate da un'amministrazione dello Stato.

CHE COSA È LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI NOTORIETÀ?

In tutti i casi in cui non è possibile ricorrere all'autocertificazione, si può utilizzare una "dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà". La dichiarazione deve essere fatta personalmente per iscritto dall'interessato e, a parte pochi casi, non occorre autenticare la firma né apporre il bollo: è sufficiente firmare davanti al dipendente che riceve la dichiarazione oppure allegare la fotocopia della carta d'identità nei casi di invio per posta e per fax. La dichiarazione può riguardare stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti di cui il dichiarante abbia diretta conoscenza, e può riguardare anche il fatto che uno o più documenti rilasciati o depositati presso una pubblica amministrazione, nonché copia di documenti fiscali conservati dai privati, sono conformi all'originale.

QUALI CERTIFICATI NON POSSONO ESSERE SOSTITUITI?

Non possono essere sostituiti con altri documenti o dichiarazioni i certificati

- medici, sanitari, veterinari

- di origine

- di conformità CEE;

- di marchi o brevetti.

COSA SUCCEDE SE SI DICHIARA IL FALSO?

Chi rilascia dichiarazioni false o esibisce atti contenenti dati non più rispondenti a verità, decade dai benefici eventualmente conseguiti ed è punito con pene che possono arrivare alla reclusione fino a tre anni.. Le amministrazioni effettuano controlli periodici per verificare la regolarità delle dichiarazioni.

AUTENTICA DELLA FIRMA E IMPOSTE DI BOLLO

Con l'emanazione del D.P.R. 28 Dicembre 2000 n° 445, l'obbligo dell'autenticazione della firma rimane solo per la "dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà" quando la stessa non è contenuta in una istanza.

Per le dichiarazioni sostitutive di certificazione (autocertificazioni), è sufficiente la sottoscrizione dell'interessato.

L'autenticità della firma delle dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà, può essere eseguita dai seguenti soggetti: pubblici ufficiali: notai, cancellieri, segretari comunali e funzionari incaricati dai sindaci, anche di comuni diversi da quello di residenza, nonché dal funzionario competente a ricevere la documentazione e dal funzionario incaricato dal gestore di pubblici servizi.

L'autentica della firma è soggetta ad imposta di bollo. Nessuna imposta di bollo deve, peraltro, essere corrisposta dal cittadino quando comprova che l'uso dell'atto è esente, per legge, dall'imposta.

download

scarica modelli:

dichiarazione sostitutiva notorietà

dichiarazione sostitutiva certificazione

ordinanza 7-2010

         IMPORTANTE

SCARICA ORDINANZA 7/2010 - Divieto al traffico veicolare sulla strada comunale nel tratto compreso da b.ta Ruata a B.ta Bosi - Pramollo– per veicoli con massa a pieno carico superiore a 35 quintali.

                     SCARICA ORDINANZA 2/2011 - Divieto al traffico veicolare sulla strada comunale nel tratto compreso al bivio per b.ta Pomeano (uscendo alla SP 168) fino a b.ta Pomeano-Pramollo – per veicoli con massa a pieno carico superiore a 35 quintali.

Spese rappresentanza

rappresentanzaSpese rappresentanza

In esecuzione dell'art.16, comma 26, del Decreto Legge 13 agosto 2011, n.138 convertito con modificazioni nella Legge 14 settembre 2011, n.148 e del Decreto Interministeriale del 23 gennaio 2012 - Ministero dell'Interno, le spese di rappresentanza sostenute dagli organi degli Enti Locali, vanno elencate per ciascun anno, in apposito modello allegato al Rendiconto da trasmettere alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti e da pubblicare, entro 10 giorni, nel sito internet dell'Ente Locale".

DOCUMENTI SCARICABILI

Spese Rappresentanza anno 2011

Spese Rappresentanza anno 2012 

Spese Rappresentanza anno 2012 pdf

codice disciplinare

Riferimento normativo: Art. 12, c. 1, d.lgs n. 33/2013
Contenuti: Codice disciplinare, recante l'indicazione delle  infrazioni del codice disciplinare e relative sanzioni (pubblicazione on line in alternativa all'affissione in luogo accessibile a tutti - art. 7, l. n. 300/1970)
Codice di condotta inteso quale codice di comportamento

Aggiornamento: tempestiva

 

Codice disciplinare dei dipendenti del comparto Regioni - Enti Locali

codice di comportamento dei dipendenti pubblici (D.P.R. 16.04.2013, N. 62)

Codice di comportamento dei dipendenti del Comune di PRAMOLLO

Nuovo codice disciplinare del personale del comparto funzioni locali. (art. 59 del C.C.N.L funzioni locali 21/05/2018)

organizzazione

Organizzazione

Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano le informazioni e i dati concernenti la propria organizzazione.

Pagine di approfondimento

  

performance

Sistema di misurazione e valutazione della Performance

Riferimento normativo: Par. 1, delib. CiVIT n. 104/2010
Contenuti: Sistema di misurazione e valutazione della Performance (art. 7, d.lgs. n. 150/2009)
Aggiornamento: Tempestivo

Deliberazione di Giunta Comunale n. 30 del 15.09.2011 "Esame ed approvazione della metodologia di valutazione e gestione della performance organizzativa e individuale."

Avvisi di preinformazione

Avvisi di preinformazione

Delibera a contrarre

AVVISO PUBBLICO
Con la presente l’Amministrazione Comunale intende informare che è stato predisposto un

BANDO DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO

PER LA CONCESSIONE IN AFFITTO

DEI PASCOLI COMUNALI

GRAVATI DA USO CIVICO ESUBERANTI anno 2019

Si rende noto che il Comune di Pramollo – Città Metropolitana di Torino, pubblica detto Bando Di Gara nel rispetto dei principi di trasparenza, adeguata pubblicità, non discriminazione, parità di trattamento, libera concorrenza, proporzionalità, economicità ed efficacia, al fine di individuare l’operatore economico a cui affidare la gestione, in concessione, dei pascoli comunali gravati da uso civico esuberanti:

Pascolo GERFAGNO
Pascolo BUFFA
Pascolo MIANDE AISSARD

SCARICA:

Determina a Contrarre n. 71/2019
Bando di gara
Cartografia
Modello domanda

Avvisi, bandi ed inviti

  • Gare in corso
  • Gare concluse
  • Avvisi di aggiudicazione

Bandi e avvisi per appalti di lavori, servizi e forniture nei settori speciali

Bandi e avvisi per appalti di lavori, servizi e forniture nei settori speciali

L'Ente non opera nei settori speciali.

1Bandi e avvisi per appalti di lavori, servizi e forniture nei settori speciali

Bandi e avvisi per appalti di lavori, servizi e forniture nei settori speciali

L'Ente non opera nei settori speciali.

Avvisi sui risultati della procedura di affidamento

Avvisi sui risultati della procedura di affidamento

Avvisi sistema di qualificazione

Avvisi sistema di qualificazione

L’Autorità non opera nei settori speciali

Programmazione acquisti beni e servizi di importo pari o superiore a 40.000 euro

Programmazione acquisti beni e servizi di importo pari o superiore a 40.000 euro

Al momento non sono in programmazione acquisti di beni e servizi di importo pari o superiore a 40.000 euro

Archivio amministrazione trasparente ex AVCP

Disposizioni generali

Organizzazione

Consulenti e collaboratori

Personale

Bandi di concorso

Performance

Enti controllati

Attività e procedimenti

Provvedimenti

Controlli sulle imprese

Bandi di gara e contratti

Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici

Bilanci

Beni immobili e gestione patrimonio

Controlli e rilievi sull'amministrazione

Servizi erogati

Pagamenti dell'amministrazione

Opere pubbliche

Pianificazione e governo del territorio

Informazioni ambientali

Strutture sanitarie private accreditate

Interventi straordinari e di emergenza

Altri contenuti

 Amministrazione aperta

Documenti di programmazione strategico-gestionale

DOCUMENTI DI PROGRAMMAZIONE STRATEGICO-GESTIONALE

Riferimento normativo: Art. 12, c. 1, d.lgs n. 33/2013
Contenuti: Direttive ministri, documento di programmazione, obiettivi strategici in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza
Aggiornamento: tempestiva

PROGRAMMAZIONE 2017 - 2019

PROGRAMMAZIONE 2018-2020

Bilanci di previsione

 ANNO 2016

  •   Bilancio di previsione 2016 - Entrata
  •   Bilancio di previsione 2016 - Spesa
  •   Dati di sintesi Bilancio 2016/2018
  •   Bilancio 2016/2018
  •   Documento unico di programmazioe 2016/2019
  •   Parere Revisore

ANNO 2015

  •   Parere Revisori proposta di Bilancio di previsione 2015/2017
  •   Dati di sintesi Bilancio di Previsione 2015_2017
  •   Bilancio di previsione 2015 Entrata
  •   Bilancio di previsione 2015 Spesa
  •   Bilancio di previsione 2015/2017
  •   Documento Unico di Programmazione 2015/2018

Bilancio di previsione 2014

Bilancio di previsione 2013

 bilancio di previsione 2012

Dirigenti cessati

Riferimento normativo: Art. 14, c. 1, d.lgs n. 33/2013 
Contenuti:
Atti di conferimento, con l'indicazione della durata dell'incarico, curriculum vitae, dati relativi all'assunzione di altre cariche presso enti privati o pubblici, altri eventuali incarichi con onri a carico della finanza pubblica
Aggiornamento: tempestiva

L'Ente non ha dirigenti

sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Riferimento normativo: Art. 47, c. 1, d.lgs n. 33/2013 
Contenuti: Provvedimenti sanzionatori a carico del responsabile della mancata o incompleta comunicazione dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione della carica, la titolarità di imprese, le partecipazioni azionarie proprie nonchè tutti i compensi cui dà diritto l'assuzione della carica
Aggiornamento: tempestiva

 

negativa

titolari di incarichi dirigenziali (dirigenti non generali)

Riferimento normativo: Art. 14, c. 1, d.lgs n. 33/2013 
Contenuti: Atti di conferimento, con l'indicazione della durata dell'incarico, curriculum vitae, dati relativi all'assunzione di altre cariche presso enti privati o pubblici, altri eventuali incarichi con onri a carico della finanza pubblica
Aggiornamento: tempestiva

Anno 2018

Responsabile area finanziaria

Delibera di Giunta Comunale n. 50 del 27/12/2017

Curriculum vitae

Anno 2017

Responsabile area tecnica

Delibera di Giunta Comunale n. 34 del 28/12/2016

Curriculum vitae

Anno 2017

Curriculum vitae istruttore direttivo area finanziaria

Decreto di nomina

Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe

Riferimento normativo: Art. 31, d.lgs n. 33/2013 
Contenuti: Attestazione dell'OIV , validazione della relazione della performance, relazione dell'OIV sul funzionamento complessivo del sistema di valutazione, trasparenza e integrità dei controlli interni
Aggiornamento: tempestiva

Organi di revisione amministrativa e contabile

Riferimento normativo: Art. 31, d.lgs n. 33/2013 
Contenuti: Relazioni degli organi di revisione amministrativa e contabile al bilancio di previsione, variazioni e al conto consuntivo
Aggiornamento: tempestiva

 

Bilancio triennio 2018-2020

parere su bilancio di previsione

parere DUP 2018-2020

parere sulla prima variazione

parere su aggiornamento DUP

 

Bilancio triennio 2017-2019
 
Bilancio triennio 2016-2018
 

Corte dei conti

Riferimento normativo: Art. 31, d.lgs n. 33/2013 
Contenuti: tutti i rilievi della Corte dei Contiriguardanti l'organizzazione e l'attività delle amministrazioni stesse e dei loro uffici
Aggiornamento: tempestiva

Non ci sono rilievi della Corte dei conti relativi all'attività del Comune di Pramollo.

Attestazione dell'OIV o di altra struttura analoga nell'assolvimento degli obblighi di pubblicazione

Attestazione dell'OIV o di altra struttura analoga nell'assolvimento degli obblighi di pubblicazione

 

 

Documento dell'OIV di validazione della Relazione sulla Performance (art. 14, c. 4, lett. c) D.Lgs. n. 150/2009

Documento dell'OIV di validazione della Relazione sulla Performance (art. 14, c. 4, lett. c) D.Lgs. n. 150/2009

Relazione dell'OIV sul funzionamento complessivo del Sistema di valutazione, trasparenza e integrità dei controlli interni

Relazione dell'OIV sul funzionamento complessivo del Sistema di valutazione, trasparenza e integrità dei controlli interni

Pubblicazione ai sensi del par. 4 delib. CIVIT n. 23/2013 Art. 14, c. 4, lett. a) del D. Lgs. n. 150/2009

Ogni amministrazione, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, si dota di un Organismo indipendente di valutazione (OIV) della performance. L'OIV sostituisce i servizi di controllo interno, comunque denominati, di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286, ed esercita, in piena autonomia. Esercita, altresì, le attività di controllo strategico e riferisce, in proposito, direttamente all'organo di indirizzo politico-amministrativo.

L'OIV monitora il funzionamento complessivo del sistema della valutazione, della trasparenza e integrità dei controlli interni ed elabora una relazione annuale sullo stato dello stesso.

I dati saranno pubblicati quando disponibili.

Altri atti degli organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe, procedendo all'indicazione in forma anonima dei dati personali eventualmente presenti

Altri atti degli organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe, procedendo all'indicazione in forma anonima dei dati personali eventualmente presenti

pianificazione e governo del territorio

1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano:
    a) gli atti di governo del  territorio,  quali,  tra  gli  altri, piani  territoriali,  piani  di  coordinamento,   piani   paesistici, strumenti urbanistici, generali e  di  attuazione,  nonche'  le  loro varianti;
    b)  per  ciascuno  degli  atti  di  cui  alla  lettera  a)   sono pubblicati, tempestivamente, gli schemi di  provvedimento  prima  che siano  portati  all'approvazione;   le   delibere   di   adozione   o approvazione; i relativi allegati tecnici. 

2.  La  documentazione   relativa   a   ciascun   procedimento   di presentazione  e  approvazione  delle  proposte   di   trasformazione urbanistica  d'iniziativa  privata  o  pubblica  in   variante   allo strumento urbanistico generale comunque  denominato  vigente  nonche' delle proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa  privata  o pubblica in attuazione dello strumento urbanistico  generale  vigente che comportino premialita' edificatorie  a  fronte  dell'impegno  dei
privati alla realizzazione di opere di urbanizzazione extra  oneri  o della cessione  di  aree  o  volumetrie  per  finalita'  di  pubblico interesse e' pubblicata in una sezione apposita nel sito  del  comune interessato, continuamente aggiornata. 

3. La pubblicita' degli atti di cui al  comma  1,  lettera  a),  e' condizione per l'acquisizione dell'efficacia degli atti stessi.

4. Restano ferme le discipline di dettaglio previste dalla  vigente legislazione statale e regionale.

  °  Piano Regolatore Generale Intercomunale - Progetto definitivo di variante strutturale di esclusivo adeguamento al P.A.I. (Strumento in salvaguardia)

  °  Adeguamento normativa sul commercio - criteri per il rilascio delle autorizzazioni di medie strutture di vendita. Riconoscimento di addensamenti e localizzazioni

  °  Piano di classificazione acustica

  °  Regolamento Edilizio approvato con deliberazione C.C. n. 13 del 18.06.2018

allegato 1

allegato 2

allegato 3

allegato 4

allegato 5

 

http://www.unionevallichisonegermanasca.it/servizi/

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO CITTA' METROPOLITANA DI TORINO

PTC2 - Piano vigente

http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/territorio-urbanistica/pianificazione-territoriale/ptc2-vigente

Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale del Comune di Pramollo

 

Il progetto M@P sovvenzionato dallo CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione) prevede la gestione del processo partecipativo all'interno della pianificazione urbanistica dei Comuni della Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca.
Il modello partecipativo proposto include l’informazione, la comunicazione e la consultazione promosse attraverso la combinazione di strumenti tradizionali e di strumenti tecnologici.Il progetto M@Pgarantisce l’accessibilità ai dati cartografici e normativi assicurando la partecipazione dei cittadini, rivelandosi così uno strumento idoneo per una veloce trasmissione dei dati degli strumenti urbanistici vigenti.

Informazioni ambientali

Pagina in costruzione

Dati aggregati attività amministrativa

ai sensi dell'art. 24 comma 1 del D.Lgs. 33/2013

Traduttore automatico

Italian English French

La bussola della Trasparenza

Calcolo IMU

calcoloiuc2016

Gallerie Fotografiche

Link utili

Accessibilità

Valid XHTML 1.0 Transitional

 

CSS Valido!

Area Riservata